MCMXVI - 022 - Oslavia e Sabotino

MCMXVI - 022 - Oslavia e Sabotino

lapide

Scheda

Questa lapide ricorda i caduti nella zona di Oslavia e Sabotino nel 1916.

Il paese di Oslavia si trova sulla destra dell’Isonzo, lungo la strada che unisce San Floriano a Gorizia, funge da valico sulla cresta di colline che unisce il Podgora al Sabotino. Occupato dagli austriaci allo scoppio della guerra, cadde nelle mani dell'esercito italiano con la IV battaglia dell'Isonzo, fu riconquistato dagli austriaci a gennaio del 1916. 

Il monte Sabotino, poco più di una collina sulla riva destra dell'Isonzo a nord di Gorizia, fu trasformato in una formidabile testa di ponte assieme al Podgora per proteggere la città dalle truppe italiane. I lavori diretti dal generale d'artiglieria von Korner, caduto durante la II battaglia dell'Isonzo, permisero di posizionare in caverna diverse batterie di cannoni da 120 mm. ed un notevole numero di mitragliatrici. La sua posizione , sopraelevata rispetto al Podgora ed al valico di Oslavia, permetteva ai cannoni di sparare sulla fanteria italiana lanciata all'attacco praticamente con tiro diretto. Si deve ai difensori del Sabotino se Gorizia fu conquistata solo con la VI battaglia dell'Isonzo nell'agosto del 1916. 

Leggi tutto

Persone